Skip to main content

Article Category

Article available in the folowing languages:

Come le infrastrutture, la mobilità e la politica nell’Asia odierna influenzano l’Europa

Sapere dove, perché e in che misura vengono costruite strade tra la Cina e l’Asia meridionale è un vantaggio per l’Europa. La comprensione delle attuali dinamiche che intercorrono tra potenze in ascesa fornisce una panoramica sulla politica globale e offre informazioni utili per migliorare il processo decisionale relativo agli investimenti comunitari e gli interventi di sviluppo effettuati in Asia.

Trasporti e Mobilità
Società

Incrementare la consapevolezza dei fattori geopolitici e degli impatti sociali esercitati dallo sviluppo di strade rurali nelle aspre zone montuose dell’Asia è una sfida pressante per questo secolo. Da decenni, il conflitto territoriale tra Cina e India rende i rapporti bilaterali tra le due nazioni complicati; ciononostante, gli interessi a livello economico, politico e sociale hanno agevolato nuovi interventi di sviluppo nella regione dell’Himalaya. È importante comprendere cosa accada in queste frontiere remote e il significato di tali avvenimenti nel mondo. Il progetto Road Diplomacy, finanziato dall’UE, ha analizzato e mappato lo sviluppo dei sistemi di infrastruttura stradale implementati in queste zone montuose asiatiche, aree sensibili dal punto di vista politico e in rapida trasformazione. L’attenzione si è concentrata tra la Cina e alcuni paesi dell’Asia meridionale quali il Bhutan, l’India, il Nepal e il Pakistan e sono stati approfonditi i fattori geopolitici e gli impatti sociali della costruzione stradale al fine di decifrare le ripercussioni geopolitiche e sociali interconnesse causate dallo sviluppo delle infrastrutture su paesi e nazioni e in tutto il mondo.

Lo sviluppo delle infrastrutture cambia le vite

I ricercatori del progetto hanno prodotto nuovi dati empirici sullo sviluppo delle infrastrutture nell’Asia del XXI secolo allo scopo di generare un punto di vista informato sugli impatti sociali e geopolitici esercitati dallo sviluppo delle infrastrutture in questa regione. Inoltre, essi hanno proposto un quadro per comprendere meglio le modalità di funzionamento di processi del genere in altre regioni del globo. «Tutto ciò riveste oggi una grande importanza, in particolare per quanto riguarda l’ascesa della Cina quale attore globale nel campo dello sviluppo e dell’economia ed esponente di punta della finanza internazionale e degli investimenti infrastrutturali», spiega il borsista Marie Skłodowska-Curie Galen Murton, il cui prossimo libro rivela il modo in cui la pianificazione, la costruzione e l’utilizzo delle strade sia in grado di rafforzare o ostacolare le relazioni sociali, politiche ed economiche. «Le strade cambiano le vite». Il team ha affrontato questioni relative ai mezzi di sussistenza sostenibili in un punto critico globale che sta effettuando una rapida transizione verso una nuova zona di scambio internazionale. Ciò ha incluso una cartografia critica delle reti stradali che attraversano la regione dell’Himalaya e una rigorosa formazione teorica e analitica sullo sviluppo delle infrastrutture con caratteristiche cinesi per nuovi quadri concettuali sulla diplomazia per quanto concerne le strade e l’interconnettività interasiatica.

Una lente critica e interdisciplinare sulle relazioni mondiali

Road Diplomacy ha inoltre sviluppato una rete di ricerca più attiva e solida di studiosi impegnati nell’approfondimento di strade e infrastrutture in Europa, Asia e Nord America. Murton ha incentivato strette collaborazioni con sei team internazionali di ricerca. I risultati generati dal progetto sono stati impiegati al fine di migliorare le comunicazioni interdisciplinari per i sociologi e tra i professionisti nel campo dello sviluppo, gli organismi donatori, i responsabili delle politiche e le parti interessate locali. Gli esiti raggiunti hanno inoltre contribuito a creare dei ponti tra il mondo accademico e il settore dello sviluppo. «Una comprensione specializzata degli impatti a livello geopolitico e sociale esercitati dallo sviluppo nell’Asia del XXI secolo è altamente trasferibile e sostiene la continua analisi degli esperti per le organizzazioni senza scopo di lucro, i responsabili delle politiche e gli organismi donatori situati in Europa, Asia e Nord America», afferma Murton, che conclude: «Road Diplomacy ha fornito nuove informazioni geografiche che collegano le relazioni internazionali all’antropologia e apportano nuove conoscenze di particolare interesse per gli studi contemporanei in materia di geopolitica asiatica, economia internazionale e sviluppo globale».

Parole chiave

Road Diplomacy, strada, Asia, infrastruttura, Cina, geopolitico, regione montuosa, India, relazioni internazionali

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione