Skip to main content

Article Category

Notizia

Article available in the folowing languages:

Presentazione di EJP SOIL, un’importante iniziativa internazionale per costruire una comunità di ricerca integrata per una gestione del suolo agricolo intelligente sotto il profilo climatico

Il progetto EJP SOIL programme, finanziato dall’UE, è stato avviato con l’obiettivo di riunire i ricercatori per lavorare su soluzioni sostenibili e intelligenti sotto il profilo climatico per i suoli agricoli.

Alimenti e Risorse naturali

Intrapreso a febbraio 2020 e della durata di cinque anni, il progetto European Joint Programme on Soil o, abbreviato EJP SOIL, riunisce 26 partner da 24 paesi europei con una dotazione finanziaria totale di circa 80 milioni di euro (di cui 40 milioni forniti direttamente dall’UE). Il suo obiettivo? La creazione di un ambiente favorevole per rafforzare il contributo dei suoli agricoli a sfide sociali fondamentali, quali l’adattamento ai cambiamenti climatici, la mitigazione dei loro effetti e la produzione agricola sostenibile. Sebbene sia stato ufficialmente avviato come un progetto di Orizzonte 2020, EJP SOIL sarà maggiormente allineato e collegato al futuro lavoro sviluppato nell’ambito del programma di ricerca e innovazione dell’UE più recente, Orizzonte Europa, che comprende la missione dell’UE proposta in materia di salute del suolo e dei prodotti alimentari: «Caring for soil is caring for life». Il lavoro del progetto dovrebbe inoltre contribuire agli ambiziosi obiettivi climatici evidenziati nel Green Deal europeo e nelle sue strategie, tra cui la strategia per la biodiversità, la strategia «Dal produttore al consumatore», la strategia di adattamento e il patto climatico europeo. Il team di ricerca, coordinato dall’Istituto nazionale francese di ricerca sull’agricoltura, l’alimentazione e l’ambiente (INRAE), ha di fronte a sé anni estremamente intensi.

Obiettivi, ambizioni e traguardi dirompenti in arrivo

Uno dei suoi obiettivi principali consiste nel potenziamento della comunità di ricerca europea che si occupa della gestione del suolo agricolo. Tale obiettivo sarà conseguito tramite l’allineamento e l’attuazione di ricerca, istruzione, formazione e rafforzamento delle capacità, nonché tramite lo sviluppo di sistemi di informazione armonizzati sui suoli agricoli e la promozione della loro adozione, con l’obiettivo di giungere a una coerenza e a un’applicabilità globali delle informazioni relative ai suoli agricoli. Ciò terrebbe conto delle questioni cruciali riguardanti il carbonio nel suolo, un aspetto fondamentale per i tentativi di mitigazione dei cambiamenti climatici. Da un punto di vista scientifico, si auspica l’acquisizione di nuove informazioni sulla gestione intelligente sotto il profilo climatico dei suoli agricoli e la quantificazione di compensazioni e sinergie tra produzione agricola sostenibile, adattamento ai cambiamenti climatici e mitigazione, degrado del suolo, qualità del suolo e altri servizi ecosistemici, quali il controllo dell’erosione del suolo. Grazie a queste informazioni, saranno sviluppate nuove conoscenze relative al sequestro del carbonio nei suoli agricoli in diverse condizioni in Europa e al suo contributo alla mitigazione dei cambiamenti climatici. Ovviamente, tutte queste nuove conoscenze saranno anche impiegate come fondamenta per raccomandazioni e consigli dettagliati e basati sulle evidenze a uso della politica a livello europeo, nazionale, regionale e locale. Infine, accanto a queste ambizioni politiche, il progetto EJP SOIL si propone di sensibilizzare le persone su questioni fondamentali relative alla salute del suolo, promuovendo una migliore comprensione a livello sociale della gestione del suolo agricolo e del suo contributo all’agricoltura sostenibile, alla lotta contro i cambiamenti climatici e a ulteriori aspetti di più ampio respiro della tutela ambientale.

Parole chiave

EJP SOIL, Orizzonte 2020, Orizzonte Europa, European Joint Programme on Soil, salute del suolo, servizi ecosistemici, agricoltura, cambiamenti climatici, Green Deal europeo, gestione del suolo agricolo