Skip to main content

Fostering sustainable legume-based farming systems and agri-feed and food chains in the EU

Article Category

Article available in the folowing languages:

Destare interesse su come gli agricoltori possono soddisfare il crescente appetito dei consumatori per i legumi

L’appetito dei consumatori per i legumi sta aprendo nuove prospettive per gli agricoltori dell’UE. Un progetto finanziato dall’UE ha raccolto informazioni pratiche e know-how per aiutare i coltivatori ad analizzare il potenziale di questa tendenza.

Alimenti e Risorse naturali

Lenticchie verdi di Le Puy, fava greca di Santorini: i legumi sono di tendenza in Europa, e per una buona ragione. Le preoccupazioni legate alla salute, ai cambiamenti climatici, alla protezione delle risorse naturali e al benessere degli animali stanno spingendo la domanda di proteine vegetali come alternativa alla carne. I legumi da granella, che comprendono la soia e legumi come i piselli, le fave, le lenticchie e i ceci, sono una fonte fondamentale di proteine vegetali per il consumo umano. Nell’UE, tuttavia, la dimensione di questo mercato rimane piccola rispetto ad altre regioni. Il progetto LEGVALUE (Fostering sustainable legume-based farming systems and agri-feed and food chains in the EU), finanziato dall’UE, sta aiutando gli agricoltori a sfruttare appieno questa tendenza, raccogliendo le informazioni necessarie per cogliere queste nuove opportunità e permettendo agli agricoltori di prendere decisioni informate sulla possibilità e sulle eventuali modalità di introduzione dei legumi nelle loro aziende agricole. «Stiamo condividendo conoscenze e know-how per promuovere lo sviluppo della produzione e dell’uso dei legumi in Europa», spiega Frédéric Muel, responsabile della ricerca presso Terres Inovia, l’istituto agricolo che ha coordinato il progetto. «Il nostro obiettivo principale è quello di aiutare gli agricoltori a rendere redditizi i legumi nel loro sistema di coltivazione.»

Gusti locali

Il progetto ha riunito una vasta gamma di parti interessate con l’obiettivo di mettere insieme una visione a 360 gradi in grado di coprire tutti gli aspetti rilevanti per gli agricoltori, tra cui approfondimenti su dove sia meglio coltivare i legumi, quali impatti ambientali affrontare e che tipo di requisiti di qualità esistono, nonché informazioni sulle catene del valore, sui meccanismi di determinazione dei prezzi e sugli sviluppi del mercato. Ci sono tre diversi livelli da considerare: come introdurre i legumi nel sistema di coltivazione, come organizzare la catena del valore e come posizionare la nuova offerta sul mercato. «Un buon elemento trainante oggi è la maggiore richiesta di cibo locale da parte dei consumatori. Questo può aiutarci a organizzare una catena del valore a livello locale, che è più redditizia per gli agricoltori», osserva Muel. I prezzi di mercato dei legumi da granella sono spesso legati al mercato dei mangimi, dove i margini di profitto sono più bassi. Una raccomandazione concreta agli agricoltori su questo punto è di negoziare il prezzo a livello contrattuale prima della semina: «Dobbiamo puntare a un’equa condivisione del valore aggiunto in tutta la catena del valore.»

Supporto alle decisioni

Uno dei risultati principali di LEGVALUE è il prototipo di un sistema di supporto alle decisioni che sarà lanciato in Francia il prossimo anno. Gli agricoltori saranno in grado di ricevere raccomandazioni su misura in merito alle specie di legumi ottimali per i loro sistemi agricoli, inserendo informazioni sul loro contesto geografico locale. Il sistema, che sarà reso disponibile attraverso il sito web di LEGVALUE, sarà continuamente aggiornato con ulteriori dati in vista dell’espansione in altri paesi europei. L’aspetto più impegnativo del progetto è stato lo sviluppo di una banca dati completa che quantifichi i benefici ottenibili a livello di azienda agricola per diversi tipi di legumi. «Per esempio, confrontiamo ancora il valore delle diverse colture a livello di azienda agricola soltanto in base al margine. Tuttavia, i legumi possono anche contribuire ad aumentare la resa della coltura successiva», afferma Muel. A causa della mancanza di ricerche e dati disponibili, questa analisi è ancora in corso. Il team sta attualmente lavorando con altri partner per la creazione di una rete europea di innovazione dei legumi, che si baserà sui risultati di LEGVALUE e agevolerà la condivisione delle conoscenze in questo campo. Il progetto sta inoltre fornendo raccomandazioni politiche per contribuire allo sviluppo di sistemi alimentari più sostenibili in Europa.

Parole chiave

LEGVALUE, proteine vegetali, legumi, lenticchie, ceci, soia, agricoltori, supporto alle decisioni, catena del valore, mercato, redditizio

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione