Skip to main content

Article Category

Notizia

Article available in the folowing languages:

La Commissione propone un programma quadro dell'UE nel settore dell'energia

Su iniziativa del Commissario Christos Papoutsis, responsabile dell'energia, la Commissione europea ha adottato una proposta di Programma quadro nel settore dell'energia che raggrupperà tutte le azioni intraprese dall'Unione europea nello specifico settore. Il programma quadr...

Su iniziativa del Commissario Christos Papoutsis, responsabile dell'energia, la Commissione europea ha adottato una proposta di Programma quadro nel settore dell'energia che raggrupperà tutte le azioni intraprese dall'Unione europea nello specifico settore. Il programma quadro, che sarà operativo dal 1998 al 2002, risponde alla necessità, identificata dalla Commissione europea, dagli Stati membri e dal Parlamento europeo, di garantire un maggiore livello di trasparenza, coordinamento, semplificazione ed efficienza di tutte le azioni di politica energetica o di altro genere. Il programma quadro nel settore dell'energia mira anche a determinare il necessario rafforzamento rispetto ai tre obiettivi prioritari individuati: sicurezza dell'approvvigionamento, competitività e ambiente. Per i primi cinque anni di attività, viene proposta una dotazione di bilancio di 200,4 milioni di ECU. Commentando la proposta della Commissione, il Commissario Papoutsis ha rilevato: "l'energia è un fattore essenziale dello sviluppo economico, del benessere sociale e dell'occupazione. Essa ha anche un grande impatto sull'ambiente. Inoltre, l'Unione europea nei prossimi anni dovrà far fronte a sfide strategiche ed è quindi importante adeguare la sua politica e le sue azioni per rispondere a queste esigenze in maniera coerente, semplice, efficiente e coordinata". Il proposto programma quadro nel settore dell'energia si basa su una combinazione di azioni orizzontali (p.e. analisi previsionali, monitoraggio del mercato e cooperazione internazionale nel settore dell'energia) e programmi tematici. I programmi tematici riguardano essenzialmente: - la promozione delle fonti energetiche rinnovabili e l'attuazione di una strategia e di un piano d'azione dell'Unione europea; - la promozione dell'efficienza energetica; - la promozione dell'impiego pulito ed efficiente del carbone; - il sostegno al settore nucleare, in particolare in materia di sicurezza, trasporto di materiale radioattivo e contrasto del traffico illecito. Il Commissario Papoutsis ha sottolineato: "tra le nostre azioni, il risparmio di energia e la promozione delle fonti energetiche rinnovabili hanno la massima priorità per la Commissione europea. Esse sono legate alla protezione dell'ambiente e ad un uso efficiente delle risorse, due grandi sfide future per tutto il mondo. Le azioni concernenti la tecnologia pulita per il carbone hanno una particolare importanza per il futuro ampliamento dell'Unione. Non si deve dimenticare, infatti, che la produzione di energia dei paesi dell'Europa centrale e orientale è basata soprattutto sul carbone". Il programma quadro nel settore dell'energia si basa su una decisione del Consiglio che stabilirà il quadro generale, la durata e i principali elementi finanziari. Inoltre, decisioni specifiche preciseranno gli obiettivi, il contenuto e i particolari di ciascuna azione. Viene proposta anche l'istituzione di un unico comitato di coordinamento per l'intero programma quadro, che seguirà le azioni specifiche in materia di energia e garantirà un opportuno coordinamento con le misure intraprese nell'ambito di altre politiche comunitarie.

Articoli correlati

Politiche e direttive
Politiche e direttive

14 Maggio 1998

Politiche e direttive

21 Maggio 1997

Politiche e direttive

29 Maggio 1997