Skip to main content

Studies on some herbal additives giving partial protection against toxic or immunosuppressive effects of some mycotoxins and improving wound granulation

Article Category

Article available in the folowing languages:

Rimedi a base di erbe per le micotossine presenti nel foraggio del bestiame

La contaminazione del foraggio con micotossine può influire in modo negativo sulla salute degli animali, un problema comune nell’allevamento degli animali. La ricerca europea ha valutato dei composti naturali di erbe quali protettori contro la tossicità.

Tecnologie industriali
Alimenti e Risorse naturali
Ricerca di base
Salute

Le micotossicosi negli animali da fattoria portano a un’elevata mortalità dovuta a infezioni batteriche secondarie causate dagli effetti immunosoppressivi delle micotossine. Ad esempio, una micotossina particolarmente diffusa colpisce i reni nei maiali e nei polli, portando a uno scarso aumento di peso e a una cattiva qualità della carne negli animali colpiti. Il progetto HERBAL PROTECTION, finanziato dall’UE, intendeva valutare dei metodi per migliorare la sicurezza del foraggio contaminato con micotossine nefrotossiche al fine di ridurre le perdite economiche. L’obiettivo era quello di testare la capacità di particolari erbe, con noti effetti protettivi su rene e fegato, di mitigare i danni delle micotossine. Inizialmente sono stati scelti 16 estratti a base d’erbe che sono stati analizzati per verificare la presenza di componenti bioattivi e di un potenziale antiossidante. Le erbe selezionate hanno mostrato diverse attività importanti: perossidazione anti-lipidica; attività di spazzino dell’ossido nitrico; attività di spazzino del radicale ossidrile sito-specifica; attività di spazzino del radicale ossidrile non-sito-specifica. L’analisi fitochimica di queste erbe ha indicato un contenuto fenolico compreso tra il 60 e l’85 % e un contenuto di flavonoidi compreso tra il 30 e il 70 %. In base a questi risultati, sette erbe sono state quindi selezionate per la loro efficacia contro le micotossine. Sono stati adottati differenti approcci alla formulazione per incrementare la solubilità e l’assorbimento orale degli estratti di erbe. L’obiettivo era quello di migliorare la loro biodisponibilità e la loro attività terapeutica. Un’ampia serie di test enzimatici e non enzimatici in vivo o ex vivo hanno rivelato gli effetti protettivi di alcune erbe contro la tossicità indotta dalle micotossine. Le erbe Tinospora cordifolia, Glycyrrhiza glabra, Centella asiatica, Withania somnifera e Silybum marianum hanno dimostrato di possedere un buon effetto protettivo nei polli contro i vari effetti tossici delle micotossine. L’effetto epatoprotettivo di Tinospora cordifolia e Glycyrrhiza glabra era più forte se ai polli veniva fornita una dose aggiuntiva di Glycyrrhiza glabra. Il forte effetto immunosoppressivo delle tossine sulla risposta immunitaria umorale contro la malattia di Newcastle era del tutto evitato negli uccelli a cui venivano somministrati gli additivi a base di erbe Withania somnifera o Silybum marianum. Lo studio HERBAL PROTECTION ha fornito un supporto sperimentale all’utilizzo sicuro delle erbe testate e delle loro appropriate miscele nel foraggio contaminato da micotossine. Soprattutto, gli stessi estratti vegetali hanno mostrato un significativo potenziale radioprotettivo in diversi test in vitro e in vivo.

Parole chiave

Micotossine, allevamento animali, rene, HERBAL PROTECTION, fegato, estratto vegetale

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione