CORDIS
Risultati della ricerca dell’UE

CORDIS

Italiano IT

Tools And Strategies to access to original bioactive compounds from Cultivation of MARine invertebrates and associated symbionts

Informazioni relative al progetto

ID dell’accordo di sovvenzione: 634674

Stato

Progetto concluso

  • Data di avvio

    1 Aprile 2015

  • Data di completamento

    31 Marzo 2019

Finanziato da:

H2020-EU.3.2.

  • Bilancio complessivo:

    € 6 758 452,50

  • Contributo UE

    € 6 755 950,25

Coordinato da:

CENTRE NATIONAL DE LA RECHERCHE SCIENTIFIQUE CNRS

Italiano IT

Un trattamento sostenibile per tesori nascosti medio-oceanici

Tra la zona poco profonda e ben illuminata dell’oceano e l’oscuro strato più profondo si trova un’area ombrosa mediamente illuminata, la zona mesofotica. Il progetto TASCMAR, finanziato dall’UE, ha raggiunto il delicato equilibrio tra protezione e bio-sfruttamento di quest’ecosistema unico.

Alimenti e Risorse naturali
© Dr. Yukimitsu Imahara, Biological Institute on Kuroshio, Japan (Tascmar EU Project library)

Gli ecosistemi corallini mesofotici sono comunità dipendenti dalla luce di coralli e altri organismi che si trovano a profondità che variano tra i 30 e i 150 m in regioni tropicali e subtropicali. Sottoposti a condizioni ambientali rigide, i loro abitanti devono adattarsi tramite mezzi biologici e chimici. Il risultato è una vasta risorsa potenziale di composti bioattivi per salute e benessere. TASCMAR, un progetto guidato dall’industria, comprende cinque partner privati del settore farmaceutico, cosmeceutico, nutraceutico, del disinquinamento e del biorisanamento, nonché di una gamma di settori biotecnologici. «La strategia generale è stata quella di fornire a ciascun partner risorse chimiche e biologiche nella speranza di sviluppare prodotti immediatamente disponibili o a breve termine per il mercato», illustra Jamal Ouazzani, direttore della ricerca presso l’istituto di coordinamento, il Centro nazionale francese per la ricerca scientifica.

Dal biorisanamento alla biotecnologia

Il numero di prodotti risultanti riflette il successo di questa strategia. Due tecnologie innovative, rispettivamente per coltivare ed estrarre organismi marini, sono attualmente disponibili sul mercato: UnifertexTM e SomartexTM. Entrambe hanno raggiunto il livello di maturità tecnologica 7, in cui il prototipo di sistema è stato dimostrato in un ambiente operativo. SomartexTM, una tecnologia ecocompatibile innovativa, sostituisce il dragaggio come metodo di raccolta di invertebrati marini per l’estrazione di molecole bioattive. SomartexTM consente la raccolta di questi potenziali composti target senza disturbare il delicato ecosistema in cui gli olobionti, o gli ospiti, vivono con i loro partner microbici. Comprendendo una pompa che convoglia le biomolecole per la raccolta e l’ulteriore verifica, SomartexTM soddisfa tutti i criteri per una tecnologia ecocompatibile innovativa. UnifertexTM preannuncia una nuova era nella fermentazione di microbi target associati a coralli morbidi e spugne, e consente la loro coltura in un ambiente altamente controllato. Sviluppato con un software specializzato abilitato alla supervisione e al controllo remoto, UnifertexTM rispetta le norme europee e internazionali di sicurezza e prevenzione dei rischi, nonché i requisiti di qualità. È in corso lo sviluppo farmaceutico di due prodotti, e una linea cosmetica chiamata Blue Elixir sarà presto disponibile sul mercato. Per il biorisanamento, diversi kit per l’identificazione di soluzioni ecologiche di bio-disinquinamento stanno raggiungendo le fasi finali di commercializzazione.

La biodiversità in cima ai nostri obiettivi

«In parallelo, oltre a questi risultati a breve termine, sono state ottenute la gestione della biodiversità e la scoperta di nuove specie di invertebrati», sottolinea Ouazzani. Sono state individuate sette nuove specie di invertebrati e sono stati registrati svariati cladi unici di microalghe. L’importanza di trovare il compromesso migliore tra protezione e sfruttamento delle biorisorse marine è stata comunicata tramite una strategia di divulgazione completa. Tramite il sito web di TASCMAR, 14 video di TASCMAR e l’account Twitter di TASCMAR, l’iniziativa si rivolge alla comunità scientifica, ai responsabili delle politiche e al grande pubblico.

Lavoro futuro nella zona mesofotica

«Qualsiasi progetto collaborativo conduce alla costruzione di una rete consolidata, e dopo qualsiasi progetto di successo si spera di proseguire i propri sforzi capitalizzando su quanto appreso, e soprattutto affrontando nuove sfide», sottolinea Ouazzani. I partner di TASCMAR hanno pertanto avviato varie collaborazioni bilaterali e multilaterali e hanno appena presentato un nuovo progetto europeo nell’ambito di Orizzonte 2020, finalizzato ad approfondire le conoscenze e lo sfruttamento del patrimonio marino.

Parole chiave

TASCMAR, marino, SomartexTM, mesofotico, invertebrati, UnifertexTM, biodiversità, bioattivo

Informazioni relative al progetto

ID dell’accordo di sovvenzione: 634674

Stato

Progetto concluso

  • Data di avvio

    1 Aprile 2015

  • Data di completamento

    31 Marzo 2019

Finanziato da:

H2020-EU.3.2.

  • Bilancio complessivo:

    € 6 758 452,50

  • Contributo UE

    € 6 755 950,25

Coordinato da:

CENTRE NATIONAL DE LA RECHERCHE SCIENTIFIQUE CNRS