Skip to main content
European Commission logo
italiano italiano
CORDIS - Risultati della ricerca dell’UE
CORDIS

Transforming distributed energy generation through the FUTURe Gas TurBINE

Article Category

Article available in the following languages:

Una soluzione energetica sostenibile per le PMI grazie all’innovazione della turbina

Le fabbriche delle piccole e medie imprese devono far fronte a un’impennata dei costi. Una soluzione sostenibile potrebbe essere rappresentata da una nuova tecnologia per la produzione di energia dimensionata specificamente per le loro esigenze e che utilizza i rifiuti come materia prima.

Energia icon Energia

Le imprese e le fabbriche di piccole dimensioni di tutta Europa devono attualmente far fronte a costi energetici eccezionalmente elevati. «Chi gestisce un panificio in una zona industriale o un centro ricreativo in centro città avrà subito un notevole aumento dei prezzi dell’energia», osserva il coordinatore del progetto FUTURBINE Tony Hynes, di Aurelia in Finlandia. Anche gli alberghi e i supermercati, che spesso operano su un modello di franchising, stanno lottando per far fronte alla situazione. Uno dei problemi principali per tutte queste aziende è dato dalle loro dimensioni, che non sono sufficientemente rilevanti per richiedere prezzi preferenziali al loro fornitore di energia. Allo stesso tempo, mancano sul mercato soluzioni energetiche decentralizzate per la loro gamma di capacità. «Ciò significa che le piccole e medie imprese (PMI) spesso non sanno dove andare», aggiunge Hynes.

Soddisfare il fabbisogno energetico delle PMI

Per questo motivo, Aurelia ha voluto progettare una turbina a gas per la produzione di calore e di energia, destinata appositamente a soddisfare le capacità energetiche delle PMI. Aurelia A400 è una turbina a gas efficiente in grado di utilizzare una vasta gamma di combustibili. L’obiettivo del progetto FUTURBINE, finanziato dall’UE, consisteva non solo nel convalidare le prestazioni della turbina in ambienti operativi, ma anche nel dimostrare la sua capacità di utilizzare una serie di materie prime, compresi i rifiuti, come i residui agricoli e persino la plastica. «Prevediamo un grande potenziale di crescita in questo settore», afferma Hynes. «Lo smaltimento in discarica è fortemente disincentivato nell’UE, pertanto la gassificazione potrebbe rappresentare una soluzione.» È tuttavia da segnalare che in passato le turbine hanno sperimentato difficoltà nel gestire i materiali di scarto. «I motori a turbina spesso non sono in grado di gestire alcuni elementi nocivi che vengono rilasciati», spiega Hynes. «Le particelle, ad esempio, possono contaminare l’olio utilizzato nei sistemi di lubrificazione, richiedendo di conseguenza una lunga manutenzione.» Naturalmente esistono anche normative che impediscono il rilascio di gas nocivi.

Flussi di rifiuti per l’energia

In questo contesto, FUTURBINE ha cercato di mostrare in che modo la turbina di nuova concezione gestisce questi tipi di combustibile. In collaborazione con partner tecnologici, Aurelia ha ideato una turbina sprovvista di pistoni che necessitano di lubrificazione: l’albero viene invece sollevato e tenuto in posizione da magneti. Questo è uno dei motivi per cui la turbina è in grado di trattare meglio i rifiuti come materia prima, fornendo calore ed energia in modo sostenibile e sicuro. Ciò significa anche che è necessaria una minore manutenzione.

Vantaggi per la gestione dei rifiuti

Il successo delle prove condotte in Germania ha permesso all’azienda di procedere con i suoi piani di commercializzazione. Aurelia sta anche studiando dei piani di noleggio, per consentire alle PMI di accedere alla tecnologia in modo economicamente vantaggioso. «Alcuni ordini sono stati effettuati da un cliente di Taiwan», osserva Hynes. «Si tratta di un’azienda che si occupa di gestione dei rifiuti e che cercava una soluzione per trattare in particolare i rifiuti di plastica.» Anche un’altra azienda austriaca che si occupa in particolare di rifiuti plastici ha espresso interesse per la tecnologia, notando la capacità della turbina di bruciare i rifiuti per produrre calore ed energia rimuovendo al contempo gli elementi inquinanti. Per Hynes, questa innovazione risolve due questioni contemporaneamente, ovvero fornisce alle PMI un mezzo per integrare o sostenere la loro fornitura di energia in modo efficiente ed economico, incoraggiando al contempo l’uso dei rifiuti come materia prima sostenibile. «È un modo per sbarazzarsi dei rifiuti e allo stesso tempo fornire elettricità ed energia termica per altri processi», spiega.

Parole chiave

FUTURBINE, energia, rifiuti, PMI, turbina, gassificazione, combustibili, plastica

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione