CORDIS
Risultati della ricerca dell’UE

CORDIS

Italiano IT

Results Packs

Italiano IT

Neutralità climatica: percorsi per il raggiungimento degli obiettivi stabiliti nel Green Deal europeo

L’Unione europea è impegnata a diventare neutra in termini di emissioni di carbonio entro il 2050. Questa mossa risulta necessaria se vogliamo evitare pericolosi cambiamenti climatici limitando il riscaldamento globale ben al di sotto dei 2 °C e proseguendo negli sforzi per limitarlo a 1,5 °C, come concordato dalle nazioni del mondo nell’accordo di Parigi. È necessario agire con fermezza per raggiungere questo ambizioso obiettivo. Alcuni ricercatori finanziati da Orizzonte 2020 hanno sviluppato modelli e strumenti in grado di valutare i costi, i rischi, i compromessi e i co-benefici associati alle politiche e agli investimenti, aiutando così le amministrazioni e le imprese a muoversi nella giusta direzione verso la realizzazione di un continente a zero impatto sul clima.

Cambiamento climatico e Ambiente
Società
Energia
© European Union, 2020

Neutralità climatica significa zero emissioni nette di gas a effetto serra (GES), come ad esempio l’anidride carbonica (CO2). Sebbene non si tratti di un obiettivo impossibile da conseguire, essa richiede una profonda trasformazione in seno ai principali settori responsabili delle emissioni e alle società. Una massiccia riduzione della combustione di combustibili fossili, tecnologie più verdi, trasporti più puliti, una base industriale più efficiente e circolare e un intenso aumento della capacità di generare energia rinnovabile saranno le priorità al fine di raggiungere questo traguardo. Per sostenere questo sforzo erculeo sarà necessario disporre inoltre di uno slancio sociale mantenuto nel tempo e, ovviamente, non si può dimenticare il problema di finanziare una transizione di tale portata.

Andare avanti con il Green Deal europeo

Il Green Deal europeo annunciato dalla Commissione europea nel 2019 pone le basi per i cambiamenti che ci attendono. Si stratta di un piano d’azione esaustivo che descrive in dettaglio le azioni per ridurre le emissioni di GES aumentando l’uso efficiente delle risorse, ripristinando la biodiversità e riducendo l’inquinamento in tutto il continente e non solo. Il percorso previsto nel Green Deal delinea inoltre gli investimenti necessari e gli strumenti finanziari disponibili, nonché passi concreti su come garantire una transizione giusta e inclusiva a beneficio di tutti, incoraggiando così l’accettazione della società su larga scala. Per catturare la determinazione politica e fornire indicazioni, è in atto una legge europea sul clima che trasforma l’impegno del 2050 in un obbligo legale e un fattore scatenante per gli investimenti necessari.

L’importanza del finanziamento della ricerca dell’UE

Orizzonte 2020, e a partire dal 2021 Orizzonte Europa, il suo programma erede, sono fondamentali per l’attuazione delle politiche climatiche dell’UE e, al contempo, per la realizzazione dei più ampi obiettivi di sviluppo sostenibile. In questo CORDIS Results Pack vengono presentati otto progetti del flusso di finanziamenti relativo alle sfide per la società di Orizzonte 2020 (azione per il clima, ambiente, efficienza delle risorse e materie prime). I loro risultati sottolineano come le politiche e le iniziative di finanziamento possono mettere l’UE sulla giusta strada verso il raggiungimento della neutralità climatica sostenendo la complessa interazione esistente tra il sistema energetico, l’economia e il comportamento dei consumatori. Abbiamo raggruppato gli otto progetti sulla base di tre sottotemi distinti allo scopo di chiarire in modo migliore come essi contribuiscono alla riduzione dei GES, nonché di mettere in evidenza i legami e le sinergie che intercorrono tra di essi. Il più grande gruppo di progetti, composto da CD-LINKS, COP21:RIPPLES, DEEDS, EUCalc e INNOPATHS, supporta la progettazione di politiche di trasformazione che consentano all’UE di trasformare la sua società e la sua economia in linea con gli obiettivi di sviluppo sostenibile e l’ambizione di neutralità climatica entro il 2050. Quindi, COACCH e SOCLIMPACT sono due progetti che stanno lavorando sugli impatti dei cambiamenti climatici e delle necessità di adattamento, compresi gli investimenti necessari per raggiungere la neutralità climatica. Infine, il progetto REINVENT ha fornito soluzioni per mobilitare l’industria che deve trasformarsi e modernizzarsi, fenomeno questo importante poiché l’industria rappresenta circa il 20 % delle emissioni di GES in Europa.